sabato 27 giugno 2009

CI SONO PROF...



Ci sono prof. che vogliono essere chiamati professori
e ci sono professori che amano essere chiamati prof
Ci sono prof. che esigono il rispetto dai propri allievi
e ci sono prof che il rispetto se lo conquistano sul campo
Ci sono prof che puniscono severamente gli errori degli allievi
e ci sono prof che cercano di capirli e di prevenirli
Ci sono prof che insegnano solo la loro materia
e ci sono prof che cercano di insegnare a vivere
Ci sono prof che ritengono di sapere tutto
e ci sono prof che sono coscienti di sapere solo una piccolissima parte del tutto
Ci sono prof che non sopportano di essere contraddetti
e ci sono prof che cercano il dialogo coi propri allievi
Ci sono prof. fannulloni
e ci sono prof che non conosco orari nello svolgere il loro lavoro
Ci sono prof che amano essere ringraziati dagli allievi alla fine dell'anno scolastico o di un ciclo
e ci sono prof che li ringraziano pubblicamente con un post e nei loro siti preferiti
http://educazione-tecnica.blogspot.com/2009/06/profe-lo-sa-che-non-avevo-mai-visto-una.html
Ci sono prof che amano doni preziosi, ma ritengono di esserseli meritati
e ci sono prof che si commuovono per un dono scherzoso simbolico




Fior di carciofo per il prof. dalla IIID 2009 Bettinzoli-BS


Ho la fortuna di conoscere un prof della seconda categoria e di dividere con lui la mia vita e i lati positivi e negativi di quella che ritengo ancora una missione prima che una professione, ma so che ce ne sono molti come lui perciò a tutti dico GRAZIE PROF!!! NON MOLLATE!!!!!

Il giorno in cui nella mia scuola vidi per la prima volta....

8 commenti:

Aliza ha detto...

un bacione a te e a tuo marito, A

Jasna ha detto...

Questi prof bisogna coccolarseli e tenerseli stretti perchè sono un bene prezioso per il futuro dei nostri ragazzi. Grazie prof ..anche se non sei mai stato un mio insegnate, in questi mesi ho imparato a volerti bene per ciò che mi hai donato... un po' del tuo tempo.
Grazie Luy per questa meravigliosa dichiarazione d'amore.

Luigina ha detto...

@ Grazie Aliza bacione ricambiato

@ Jasna quanno ce vò ce vò dicono a Roma, soprattutto di questi tempi in cui si tende a fare di tutte le erbe un fascio, a mettere le varie categorie di lavoratori in contrapposizione, a mortificare la scuola pubblica e i suoi insegnanti. la mia è una dichiarazione d'amore non solo per mio marito, ma per tutte quelle api ...operaie che nella scuola riescono ancora a trasmettere ai ragazzi il piacere di imparare e di crescere insieme. Ti abbraccio e ringrazio anche te per il prezioso incoraggiamento

Jasna ha detto...

Sai luy so che hai fatto la maestra per tanti anni... e so che hai amato il tuo lavoro quindi viva queste meravigliose dichiarazioni d'amore... per il proprio lavoro. se tutti lavorassero solo per lo stipendio... mamma mia... ma arriveremo a questo con le spersonalizzazioni di categoria.

adri ha detto...

ciao, sono capitata nel tuo blog ricercando in rete foto riguardo progetto itaca perchè vi ho partecipato anch'io come volontaria a Napoli. Volevo dirti che il tuo blog è davvero stupendo e quest' ultimo post mi ha fatto ricordare una persona a me molto cara . Anch' io conosciuto un prof della seconda categoria , era mio "quasi zio" e come prof. di ematologia si è molto impgnato per far ripartire l' ail di Napoli dopo un periodo di disguidi . Pensa che sonava anche il sax e ha organizzato varie serate per raccoglire fondi a ritmo di jazz. Sfortunatamente non ha avuto la possibiltà di partecipare a progetto itaca perchè scmparso lo scoro 19 maggio per una brutta malattia . Scusami se mi sono dilungata ma leggendo le tue parole ho pensato che io stessa non avrei potuto trovarne di migliori per ricordarlo. Ciao Bruno

Luigina ha detto...

@ Jasna W tutte le dichiarazioni d'amore allora;) Certo che si preparano tempi duri per tutti anzi sono già cominciati. Se penso che mia nuora, laureata con 30 e lode in scienze dell'educazione è stata assunta come educatrice da una cooperativa che assiste i disabili, ma il suo lavoro è quello di un'inserviente senza titolo di studio ed è pagata come tale... Ciononostante ama il suo lavoro e si ritiene fortunata perché è assunta a tempo indeterminato.

@ Adri benvenuta e grazie per i complimenti. Nel post precedente, se clicchi sui link in rosso sottolineati, puoi vedere 100 fotografie del giro d'Italia in barca a vela del Progetto Itaca e anche quelle della prima uscita dell'Itaca day a Gargnano sul lago di Garda cui ho partecipato anch'io. Se nella casella bianca in alto a sinistra inserisci Progetto Itaca e clicchi su cerca nel blog, troverai tutti i post che ho dedicato a questa meravigliosa iniziativa che mi ha aiutato a reagire positivamente al male che mi ha colpito e alla chemioterapia dopo l'operazione. Anche in questo ambiente ho conosciuto alcuni prof come tuo zio che svolgono il loro lavoro con passione e dedizione in un campo delicatissimo. Ti consiglio di guardare anche i filmati di youtube che ho linkato nel post dal titolo Video Presentazione Progetto Itaca del 10 giugno ( 1a e 2a parte. Dario Mio dell'AIL di Brescia aprirà presto un blog per caricare tutte le foto scattate durante questa avventura, per tappe. Quando sarà in linea lo segnalerò anche sul mio blog. A presto e grazie per il tuo bel commento

rosy ha detto...

ciao, per fortuna ci sono questi professori, pochi ma veramente eccezionali.... buona giornata!!!

Luigina ha detto...

@ Non proprio pochi Rosy, secondo me pochi sono quelli pessimi che proprio per la loro negatività, fanno più notizia e purtroppo screditano l'intera categoria, come del resto succede in tutte le categorie di lavoratori.