lunedì 20 settembre 2010

Progetto ITACA 19 settembre 2010 a Peschiera del Garda




Una giornata stupenda di vela, allegria, amicizia, lago, cielo e sole e un bel venticello che ha gonfiato le vele. Un GRAZIE di cuore a tutti gli amici dell' AIL di Brescia e Verona, della Fraglia Vela di Peschiera e dei circoli nautici del Garda che hanno reso possibile questo evento. Era l'ultima regata della stagione, ma IL SOGNO CONTINUA.

Ieri ho imparato che il DIAMANTE non è solo una gemma, ma anche un intreccio di fili che può impedire di issare una vela e compromettere una regata, ma anche regalare un divertimento imprevisto e superiore a quello della vittoria.

Voglio condividere con chi c'era e con chi non ha potuto esserci il ricordo e le immagini delle emozioni che ci ha riservato questa giornata con questo video e questo album fotografico.



15 commenti:

riri ha detto...

Mi son gustata tutto tutto e devo dire che mi riempie sempre di emozione "partecipare virtualmente" a queste regate dell'anima. Vedo un volto sorridente della cara amica Luigina ed un prof. al timone con aria rilassata. Un abbraccio circolare:-)

Aliza ha detto...

vedo con piacere che stai bene e sei felice mi fa piacere cara Luigina, è bello saper e poter godere delle gioie della vita. Questa iniziativa è magnifica e poi il lago di Garda è stupendo, è una fortuna abitarci vicino...ti sembrerà stupido ma io quando vado a Venezia per una gita domenicale e succede spesso, soprattutto d'inverno, nel mio cuore ringrazio Dio di avermi donato di vivere vicino a tanta bellezza. Così è anche per te no?? ti abbraccio

Jasna ha detto...

Bene, bene! cavolina ne hai fatte di regate quest'anno! Però se sono servite a farti stare bene ben vengano.... piccolo diamante!

Luigina ha detto...

@Rirì mi piace la tua definizione di "regate dell'anima" si addice proprio a questo tipo di regata. E' sì un benessere fisico, ma soprattutto dello spirito, in particolare quando la barca scivola leggera spinta dal vento e ti senti tutt'uno con l'aria,il cielo,l'acqua e il... silenzio. allargo il tuo abbraccio circolare a te e al tuo malatino che spero stia meglio

@ Aliza hai ragione.L'esperienza negativa della malattia mi fa maggiormente apprezzare le gioie della vita e in queste uscite ogni volta mi scaturisce spontanea una preghiera a chi ha creato queste bellezze

@4: una di meno dell'anno scorso Jasna. Quella di Desenzano del 14 agosto è saltata per bufera, rimandata e poi cancellata.Ieri era quella ufficiale di chiusura. Pare che ce ne sarà ancora una nel Bresciano, ma sarà difficile. Quelle di quest'anno però sono state veramente belle e molto partecipate. Ieri eravamo quasi in 200 fra pazienti, medici,infermieri,accompagnatori, skipper e armatori

Adriano Smaldone ha detto...

ciao scusas se per tutto questo tempo non sono passato sai e incominciata la scuola ma vcercher di venire piu spesso ok??. Ciao Baci & Abbracci

Luigina ha detto...

@ Siamo pari Adriano! Anch'io in questo periodo latito un po'. Intanto ti auguro un buon inizio e prosecuzione di anno scolastico. A presto

MariaTeresa ha detto...

Che bel modo di trasformare la sofferenza in condivisione,speranza,e perchè no anche ottimismo!! Tu mi insegni molto.

Nicolanondoc ha detto...

Adesso che mi sono un pò ripreso faccio un giretto:-) La tua gita veramente bella, questi progetti sono essenziali e belli.
Un abbraccio a voi due.

Luigina ha detto...

@Maria Teresa è proprio il caso di dire che l'ottimismo è il sale della vita. In questo caso parlare e condividere questa esperienza e queste emozioni con persone con cui prima avevi in comune solo dolore, sofferenza, paure è un'ottima medicina. Anche tu mi hai insegnato molto in proposito. Pensa che quando ho visto il trofeo di quest'anno, la cui forma richiama un abbraccio ideale fra l'AIL , il Progetto Itaca e il mondo della vela, ho proprio pensato a te e al tuo post con cui ti ho conosciuto, sulla teoria dell'abbraccio.

@ Nicola ben ritrovato in salute. Cerca di non trascurarti, altrimenti dobbiamo rimandare ancora una volta la nostra visita a Torino

Adriano Smaldone ha detto...

anche a me piacerebbe fare un giro su quella barba anche una volta sola per fare l'esperienza

maresco martini ha detto...

Se non avessimo qaueste gioie! Io girando e rigirando per le campagne della Toscana è la stessa emozione che provi Tu: una fioritura,un pascolo,un bosco in autunno, la ricerca di un sentiero,il volo di una poianA..... Io terricolo ti invidio un poco..... saluti

amalia ha detto...

Ma che bello!! e che brava che sei, sei instancabile ,un abbraccio e a presto

Luigina ha detto...

@Adriano se non ricordo male sei di Napoli. Non dovrebbe essere difficile per te fare questa esperienza nel tuo bel mare. Sicuramente ci sarà qualche circolo nautico che organizza uscite singole o corsi di vela. Il progetto Itaca nel giro d'Italia è sbarcato anche a Napoli, sia quest'anno che l'anno scorso, ma sarebbe meglio per te non fare questa esperienza come... paziente ;)

@ Maresco anch'io sono una "terricola" come te tranne queste esperienze di vela 4 o 5 volte l'anno, ma ti assicuro che le emozioni e le sensazioni che si provano sono molto simili e tu nei tuoi siti le descrivi molto bene e riesci a farle vivere anche a chi ti legge. Grazie

@Amalia non esagerare nei complimenti, altrimenti mi monto la testa;)
Un abbraccione a tutti

JANAS ha detto...

Viste foto e video!
Che bello vederti entusiasta e grintosa come sempre e come sempre pronta a metterti alla prova!!
Sono veramente felice per te!!
un abbraccio fortissimo!!

Luigina ha detto...

@ janas che bello rileggerti anche qua. Per quanto riguarda la mia capacità di rimettermi alla prova non è solo merito mio, ma anche il frutto e la meditazione su interessanti letture consigliatemi da un'amica che tu conosci bene ;) Spero che anche tu trovi presto la voglia di uscire dal bozzolo e di librarti di nuovo come una meravigliosa farfalla