mercoledì 10 settembre 2008

LA MIA VENDEMMIA: IERI, OGGI e ...DOMANI

Il tempo della vendemmia ha segnato alcune tappe importanti della mia vita.

Ricordo le vendemmie della mia infanzia come una festa di colori, sapori, profumi e suoni che coinvolgeva tutto il paese di poche anime, dove quasi tutti erano legati da vincoli di parentela.

Ci si alzava all'alba e subito si saltava sul carro trainato dalla cavalla Aida per andare nella vigna del nonno Peni. Il tragitto era breve, ma reso più lungo dalle varie tappe per raccogliere i “collaboratori”..

Si passava una giornata all'aria aperta, con i cuginetti, gli zii, i parenti, gli amici.

Per noi bimbi era puro divertimento, un gioco a rincorrerci tra i filari, a piluccare i chicchi turgidi e dolcissimi dai tralci e dalle ceste già colme di grappoli, incuranti del ronzio delle mosche e delle api attirate dal nettare che impiastricciava il nostro viso.
Poi il rientro trionfante sul carro carico di ceste ricolme, col nonno che incitava Aida, perché bisognava fare presto e pigiare l'uva raccolta.

Allora tutti dentro nei tini, con i nostri piedini a schiacciare i chicchi e ad assaggiare il mosto che colava dal foro che lo convogliava nella botte dove doveva fermentare.

Poi sfiniti e ritemprati da una divertente doccia al lavatoio vicino ci si metteva tutti intorno ad una tavola, in allegria ad assaggiare lo “zigol”, un dolce di vincotto preparato dalle solerti zie

Le vendemmie della mia giovinezza, invece erano colorate da un ideale.

Il campo vendemmia dell'OMG ( Operazione Mato Grosso) era quello più atteso, più intenso e più bello del nostro gruppo, anche perché era un'occasione per conoscere amici di altri gruppi d'Italia, che condividevano gli stessi ideali.

Si partiva il tardo pomeriggio col sacco a pelo per trascorrere la notte in una casa disabitata, sulle colline di Gussago. Si trascorreva la serata fra canti, balli, risate e preghiere per poi svegliarci all'alba con l'aria frizzantina di settembre, per andare nei vigneti del proprietario che ci aveva assoldato per una giornata di duro lavoro. Ma non ci pesava, perché sapevamo che il ricavato sarebbe andato ai nostri amici impegnati nelle missioni dell'America Latina.

Le vendemmie della mia ..maturità, invece, sono ricominciate due anni fa quando nella nostra vita è entrata Laura, nostra nuora, con la sua meravigliosa famiglia.

Per me è stato un tuffo nel passato, ma stavolta come protagonista, trascinata dall'entusiasmo del suo nonno Luigi, che mi ha reso partecipe, con amore e pazienza, della sua passione e di tutte le fasi della lavorazione del vino.

Quest'anno...domani, acquisterà un sapore diverso e particolare.

Per me sarà il simbolo del mio ritorno alla vita dopo questo periodo difficile. Lo aspetto da tempo con ansia, anche perché voglio documentare con le fotografie tutta la giornata che si preannuncia splendida e ricca di sorprese e voglio rendervi partecipi della mia gioia.

A domani






24 commenti:

sirio ha detto...

Buona vendemmia luigina! Con questo post hai saputo creare l'atmosfera adatta.
Ricordo episodi così anch'io,avevo degli zii viticultori,proprietari di una cascina vicino al lago di Viverone,da quele parti vengopno prodotti l'erbaluce e il passito...Che vini!
Ciao,a presto.

Mat ha detto...

io invece nn ci sono mai andato e mi ha sempre dato parecchio fastidio l'odore del vino.
anche ora durante la fase della preparazione..mentre lo adoro quando imbottigliato (che furbo che sono, che scuse...).
ciao luigina, buoa noche! :)

riri ha detto...

Non ho mai partecipato alla vendemmia (è una cosa bella,da come la descrivi),ho solo un vago ricordo della notte dei "pomodori" per fare la conserva.Anche lì era una festa,nessuno dormiva,tutti a dare una mano c'erano quintali di pomodori,poi all'alba sfiniti,ma felici,noi ragazzini ci addormentavamo,mentre i grandi conservavano le tottiglie.
Bello e commovente il racconto che fai della vedemmia..sì,anche la vita,come tu affermi lo è ed il domani che ci aspetta..il tuo/il nostro domani.Grazie Luigina,sei una persona molto dolce.
Un abbraccio,posso?

Lucignolo ha detto...

Voglio una foto con i piedi viola di mosto !!!

Meno male che per festeggiar la vita hai scelto la vendemmia e non il prodotto; sai com'è una bottiglia da stappar si trova facile.

Comunque, sempre pronto a brindar alla tua Salute !

stella ha detto...

QUESTA E' LA SETTIMANA DELL'AMICIZIA :
Ho imparato... che nessuno è perfetto...Finché non ti innamori. Ho imparato... che la vita è dura... Ma io di più!!! Ho imparato... che le opportunità non vanno mai perse. Quelle che lasci andare tu... le prende qualcun altro. Ho imparato... che quando serbi rancore e
amarezza la felicità va da un'altra parte. Ho imparato...
Che bisognerebbe sempre usare parole buone...Perchè domani forse si dovranno rimangiare. Ho imparato... che un sorriso è un modo economico per migliorare il tuo aspetto. Ho imparato... che non posso scegliere come mi sento... Ma posso sempre farci qualcosa. Ho imparato... che quando tuo figlio appena nato tiene il tuo dito nel suo piccolo pugno... ti ha agganciato per la vita. Ho imparato... che tutti vogliono vivere in cima alla montagna....Ma tutta la felicità e la crescita avvengono mentre la scali. Ho imparato... che bisogna godersi
il viaggio e non pensare solo alla meta. Ho imparato... che è meglio dare consigli solo in due circostanze...
Quando sono richiesti e quando ne dipende la vita. Ho imparato... che meno tempo spreco... più cose faccio. E' la settimana dell' amicizia ... Dimostra ai tuoi amici che
ci tieni. Manda questa e-mail a tutti i tuoi amici, anche se significa rimandarlo a chi te l'ha mandata.... Se ritorna ... Hai tanti buoni amici. Buona settimana dell'amicizia....

Aliza ha detto...

Bello il tuo post, mi hai fatto rivivere momenti ed esperienze che evidentemente abbiamo in comune. Le notti passate nel sacco a pelo con "il gruppo" per qualche attività. Ti auguro che siano giorni spensierati ed allegri. Aspetto le foto A.

Luigina ha detto...

Sono appena tornata: un po' stanca ma soddisfatta e felice. Faccio una doccia poi arrivo da voi. Grazie a tutti per i vostri commenti e la vostra amicizia.
@ Lucignolo però la foto coi piedi viola non ci sarà, anche se la vendemmia è stata fatta quasi tutta manualmente, tranne la pigiatura ed era prevalentemente uva bianca.

CAROLINA BIASUCCI ha detto...

mi sa che la foto mi è piaciuta..
impazzisco quando si parla in vino.. Dio, non hanno creato ancora una bevanda migliore!!

Ishtar ha detto...

Che bello leggere questi passaggi indimenticabili che hai voluto condividere con te, attendo con ansia le foto di domani per ora ascolta questo video il l'ho trovo delizioso:
http://it.youtube.com/watch?v=LOIjd0fBPX0
Ti abbraccio :)

Luigina ha detto...

Grazie Carolina
ISHTAR grazie peccato che non si carica quel video. Metto una delle foto di oggi. Domani l'album di Picasa con le didascalie

JANAS ha detto...

ah che bella luigina che vendemmia! sai ...mi sembri davvero in rinascita!!
e che ricordi hai evocato...anche mio padre aveva la vigna, e ricordo le giornate con i miei cugini e con i parenti a vendemmiare! non si pigiava più con i piedi...ma aveva il fascino del fare le cose insieme, di partecipare a una piacevole giornata! e poi gustare il vino novello ORIGINE CONTROLLATA!!

Jasna ha detto...

come ti invidio... se c'è una cosa che mi piacerebbe fare è fare una vendemmia e vedere come si realizza un vino in cantina... Grazie per aver risvegliato in me questo sogno che si era assopito... domani ti leggo con calma ... ora vado a nanna ... domattina donazione di sangue...

stella ha detto...

Sai jasna,in quarta avevamo fatto il vino in classe! (Scienze)

Ishtar ha detto...

Prova così:
Violin Sue Aston Cornwall Home Coming Celtic Music Violin
Ciao!

stella ha detto...

Luigina ti vedo molto bene "in costume".
Buona giornata!

Luigina ha detto...

@ Janas è vero:la giornata di ieri mi ha dato una carica in più.
@ Jasna nulla è impossibile. Ieri è stata solo la piccola vendemmia di un piccolo vigneto che nonno Luigi tiene a mezzadria con un amico. La vendemmia grossa sarà dopo il 20 e c'è bisogno di braccia. Mi sta frullando in testa un'idea. Stasera ti telefono
@Ishtar dolcissima: grazie proverò + tardi, ma credo che dipenda dalla lentezza della connessione
@ Stella grazie. Buona giornata anche a te. Anch'io in 3a elementare avevo fatto l'esperimento 30 anni fa quando insegnavo nella zona di produzione di un noto vino DOC e del "clinto"

stella ha detto...

C'è una sorpresa per te

Jasna ha detto...

le tue idee mi spaventano.... ! ma proponi che al limite io metto nel cassetto e tiro fuori le proposte al momento giusto...... buona notte

Luigina ha detto...

Jasna mi è venuto un po' tardi nel sistemare l'album della vendemmia. Lo puoi già vedere ma non è ancora sul blog.Ti scriverò una email oppure ti telefonerò domani sera. Nessuna intenzione di spaventarti: solo mi piacerebbe aiutarti a realizzare un sogno

JANAS ha detto...

ciao Luigina...una buona notte.!

stella ha detto...

Buona domenica, luigina.

stella ha detto...

Vieni a ritirare il premio PROXIMIDADE,nella mia bacheca

Jasna ha detto...

Ciao zia LUY, come ti va? Domani rispondo con calma alla tua mail... oggi ho avuto gli zii a pranzo.

Luigina ha detto...

@Stella ti ringrazio, ma non capisco il significato di questo premio: non offenderti se non lo ritiro.
@Jasna son contenta di averti sentita.
Non ti avevo risposto ieri sera perché ero impegnata a fare il nuovo post e soprattutto l'album slideshow della vendemmia per youtube con la colonna sonora.Ho imparato una cosa nuova e sono molto fiera di me