venerdì 10 aprile 2009

Dall'uovo di Pasqua




Dall'uovo di Pasqua
è uscito un pulcino
di gesso arancione
col becco turchino.
Ha detto: "Vado,
mi metto in viaggio
e porto a tutti
un grande messaggio".
E volteggiando
di qua e di là
attraversando
paesi e città
ha scritto sui muri,
nel cielo e per terra:
"Viva la pace,
abbasso la guerra".

Gianni Rodari

....e tu che leggi
non fare lo struzzo
e fai qualcosa
per le genti d'Abruzzo
perché torni presto sul loro viso
la speranza ed il sorriso

by Luigina

Questi i blog amici che si sono già attivati :

http://agoradelrockpoeta.blogspot.com/

Jasnapage

6 commenti:

Aliza ha detto...

cara Luigina dolcissina amica, tenero il tuo post.
Anch'io mi auguro che insieme possiamo consolare e concretamente aiutare i nostri fratelli Abruzzesi.
Buona Pasqua e te e alla tua bella famiglia, un bacione A

Jasna ha detto...

inutile dirti che è una filastrocca bellissima... io nel mio piccolo ho fatto qualcosa... mercoledì sera alla riunione comitato genitori della scuola materna... abbiamo deciso di stanziare all'unanimità una piccola cifra da devolvere... e ho aderito all' appello del rockpoeta per acquistare un pc ad Anna... certo che oggi in televisione è stato uno strazio emotivo.... con i funerali. quando ho visto le bare vianche mi si è stretto lo stomaco... e ho pensato ai miei bambini.

Luigina ha detto...

@ Aliza spero proprio che questa tragedia ci faccia riscoprire come popolo la solidarietà concreta e l'unione che in questo periodo sembrava dimenticata. A te e alla tua famiglia ricambio con affetto l'augurio di Buona Pasqua con un abbraccio e un bacione.

Jasna non avevo dubbi riguardo alla tua generosità. Anche nel nostro quartiere sono sorte numerose iniziative spontanee ad alcune delle quali ho già aderito. Questa filastrocca e la sua aggiunta mi son proprio venute in mente pensando ai bimbi abruzzesi, dopo aver assistito solo a una parte della toccante cerimonia. Ora vado a leggere anche l'iniziativa di Rockpoeta.

riri ha detto...

Pasqua è passata,
la notte pure,
fa che il domani
sia meno oscuro.

Cara Luigina, cosa dirti?
Il cuore è vicino a chi soffre, penso che sia bello fare qualcosa, ma anche nn sbandierarlo ai quattro venti....senza offendere nessuno. Cmq..grazie.

Renata ha detto...

E' superfluo ribadire che la bellezza di queste parole accarezza l'anima e conforta chi ha dato e chi ha ricevuto. Brava Luigina, bravo l'autore e da Renata...grazie di cuore.

Luigina ha detto...

@ Riri purtroppo la notte in Abruzzo sarà ancora lunga. Sono d'accordo che non si debba sbandierare ai quattro venti quello che si fa per chi soffre. L'importante è che ognuno nel suo piccolo lo faccia e chi ci governa non faccia come sempre solo promesse. Buon fine settimana

@ Grazie a te muccina. Ti abbraccio