domenica 16 gennaio 2011

Imparare ad ascoltare la ragione degli altri



Faccio mie le parole con cui Massimo Gramellini, vice-direttore del giornale La Stampa ha introdotto ieri sera la sua rubrica nella trasmissione " Che tempo che fa" su Rai 3.


- Vorrei partire alto stasera – anche perché poi ci dovremo abbassare parecchio – con le parole di Obama ai funerali delle vittime della strage di Tucson.

"In un momento in cui siamo fin troppo pronti a rovesciare su chi la pensa in modo diverso da noi la colpa di tutti i mali che affliggono il mondo, è importante usare parole che aiutino a guarire e che non feriscano. Anziché puntare il dito o attribuire colpe, usiamo questa occasione per ascoltarci l’un l’altro con più attenzione e per rammentare a noi stessi come le nostre speranze e i nostri sogni siano legati insieme".( by Obama)

- Qualcuno dirà che questo è buonismo. Per me imparare ad ascoltare le ragioni degli altri invece che ripetere a pappagallo le proprie tesi è soltanto la forma più alta di umanità: ciò che distingue un laico da un fanatico.(Massimo Gramellini )

20 commenti:

Jasna ha detto...

Sostegno da sempre, che mr Obama è un grande uomo ... forse il miglior presidente che l'america potesse avere. Ci vuole coraggio a sostenere certe tesi e a portare avanti tesi che nessuno in passato non solo non ha fatto , ma non ha avuto il coraggio di fare. A rischiato e ha perso le elezioni di metà legislatura. ma forse alla fine riuscirà a cambiare la visione globale del suo paese. parole sante, da far proprie e imparare a memoria... ripetendole tutte le volte che ci apprestiamo ad aprir bocca... con il rischio di sparar sentenze inutili . Brava zia LUY. In questo periodo i tuoi post mi piacciono. mi danno una carica infinita. mi fanno capire che se nella vita non si hanno degli ideali ben radicati non si riuscirà mai a trasmettere valori importanti di uguaglianza.

il monticiano ha detto...

Il Gramellini, un giornalista che ammiro e se ne capisce il perché.
Grazie Luigi'.

giovanna ha detto...

Brava Luigina,
solo il titolo del post dice tutto: come non essere sensibili. Come non essere consapevoli di quante volte sbagliamo.
Ho seguito anch'io, come sempre del resto, Gramellini & ...
un bacione,
g

Luigina ha detto...

@Jasna sono d'accordo, ma purtroppo ora ha le mani legate più di prima. Mi auguro che il suo buon senso e la sua umanità contagi più gente possibile perché "Uno dei modi di scegliere il nostro futuro è anche quello di credere che sia inevitabile"
@ Aldo nessun giornale infatti ha dato risalto al significato di questo discorso visto dai più come una ricerca da parte di Obama del consenso perduto con le elezioni di metà legislatura.
@ Giovanna tu da insegnante sensibile ed attenta sei già riuscita ad inculcare questo insegnamento ai tuoi allievi e i frutti si vedono nel tuo blog aperto al dialogo con tutti.

riri ha detto...

Ho seguito e concordo con quanto ha affermato Gramellini, riportando le parole di un grande Presidente che cerca (pur sapendo di perdere consensi) di ascoltare gli altri, di ragionare sugli eventi ed approfondire le ragioni per cui succedono episodi del genere, senza appunto condannare, come siamo abituati noi italiani, la maggior parte(escluso i presenti)...e non facciamo mai niente tranne che parlare parlare parlare...
Grazie Luigina di aver scritto questo post, mi auguro che lo leggano in tantissimi..un abbraccio

Luigina ha detto...

@Grazie a te Rirì di averlo letto e di averlo commentato. Purtroppo certi temi non sono più molto di moda di questi tempi. Si tende più a mostrarsi e a parlare che a leggere ed ascoltare. Addirittura son tornate in auge le liste di proscrizione di libri e scrittori se hai letto l'appello di Lara: ( Però finché ci saranno persone come te, Jasna, Aldo,Giovanna,Lara,Janas, Renata ecc... la speranza che questo mondo possa cambiare non si spegnerà

Jasna ha detto...

sai che stavo facendo le tue stesse considerazioni! Un post come questo, in cui ci si potrebbe sbizzarrire dicendo ciò che si pensa , spaziando, cadendo anche nella retorica non viene commentato... se non da pochi fedelissimi. mi resta l'amaro in bocca perchè mi rendo conto che vado controcorrente , sentendomi anche in questo caso una mosca bianca. però meno male che qualcuno resiste e parla di argomenti che ti aprono la mente ... facendoci restare coerenti con noi stessi...
d'altronde LUY... se parlavi delle troie del berlusca forse di sarebbe inceppata la tua posta eletrtonica! meglio parlare di MR. Obama... pochi ma buoni!

Luigina ha detto...

@ Jasna veramente ho avuto l'impressione che mi si fosse inceppata la posta con il post precedente piuttosto non per eccesso di commenti, ma per una qualche forma di boicottaggio. Ma non importa Jasna: come dici bene tu "meglio pochi ma buoni". Sono un po' schifata dalle porcherie di cui ci si ostina a parlare in questi giorni invece di occuparsi dei problemi veri del paese o per coprire alla chetichella decreti taglialeggi come questo : una vera licenza di uccidere. Mando un bacione a te e a tutti i tuoi cari. Spero che la prima settimana di Zoe alla nuova scuola sia stata positiva per lei e per tutti voi.

Jasna ha detto...

Zoe sta bene ... si sta inserendo bene nel nuovo asilo... senza problemi. in questi giorni è stata ammalata... vomito a go.go! comunque a me i tuoi post piacciono... quindi a mio parere puoi continuare a fare queste denunce... chissà mai che qualcuno si svegli.

Luigina ha detto...

@ Jasna sono contenta che l'inserimento di Zoe proceda bene e spero che anche il vomito sia passato.Oggi Francy è andata all'open day della scuola materna che frequenterà a settembre, ma nel mordi e fuggi della loro visita di oggi non abbiamo avuto tempo di parlarne. Ci andremo noi domaniche sarà il 1à complimese di Alessandro.Ti ringrazio per l'incoraggiamento a scrivere post di denuncia: mi prude la ... tastiera di farne un paio, ma mi manca la concentrazione necessaria, perchè c'è sempre qualche cosa di più urgente da fare. A presto e un bacione a tutti e 4

Kaishe ha detto...

Buongiorno Luigina...
Ma sai che potremmo essere colleghe (nel senso dell'essere maestre)?
Tra l'altro diventarlo era stato il sogno della mia infanzia.
Poi, però, non ho avuto la pazienza di cominciare con supplenze e sostituzioni e ho cominciato a lavorare nella Cooperativa per la quale lavoro ancora...
Vabbè... pian piano spero che ci conosceremo un po'.
Buonissima settimana!

Luigina ha detto...

@ Kaishe che bel buongiorno il tuo: lo ricambio di cuore! Mi piace molto la fotografia che hai nel profilo. Presumo sia tu da piccola: assomigli un po' alla mia nipotina Francesca che ha 2 anni. Sono una maestra elementare in pensione da parecchi anni e ora aspiro a diventare una... brava nonna. Comunque credo che ogni lavoro abbia la sua dignità e una funzione educativa se fatto con impegno e passione, come quello di genitori. Anche mia nuora lavora come educatrice in una cooperativa che assiste disabili adulti. Penso che il nostro incontro sia stato apparentemente casuale, perché stiamo scoprendo di avere già molti punti in comune.

TuristadiMestiere ha detto...

Obama è un grandissimo Uomo, prima che uno straordinario Presidente. Uno che ha avuto il coraggio di dire "mi assumo tutta la responsabilità..." in occasione della perdita delle elezioni di metà legislatura, la dice lunga su come stiamo messi noi, in generale. Mi piace molto che Gramellini abbia usato queste parole.

Albert ha detto...

Sante Parole quelle del Presidente Obama. Mi spiace che abbia perso consensi, per me è un gran Presidente che in cuor suo vorrebbe cambiare l'attuale sistema americano.
Vorrebbe una sanità per tutti, soprattutto per le fasce più deboli che non possono permettersi di pagare l'assicurazione ed ottenere cure mediche. Tutto questo va contro gli interessi di lobby di potenti.Uno stato che non garantisce la sanità, cure mediche e l'istruzioni a tutti gli strati della società per me è tutt'altro che democratico

Luigina ha detto...

@ Turista di mestiere: hai ragione. I nostri politici e non solo hanno molto da imparare prima di tutto come persone. Grazie della visita e del bel commento oltre che dei bei viaggi che mi fai fare anche con la fantasia leggendo il tuo interessante blog

@ Albert l'America è un paese ricco anche di contraddizioni e purtroppo i suoi più grandi Presidenti hanno fatto una brutta fine. Spero che per Obama non sia così,ma ci sono molti modi purtroppo per eliminare una persona scomoda soprattutto se è aperta al confronto con tutti come lui e a volte pecca di troppa fiducia come in questo caso

Albert ha detto...

Per me i migliori Presidenti americani:
Frankilin Roosevelt che ha con il New Deal risolse la famosa crisi del '29 e creò il Welfare State. Poi è seguito Jhon Kennedy che è stato ucciso proprio per la sua politica pacifista, oltre a voler risolver problemi di razzismo era anche contrario alla guerra in Vietman e ciò andava contro gli interessi delle multinazionali, industrie belliche (che schifo!!). Altro presidente che mi è piaciuto molto è stato Jimmy Carter che ancor adesso si batte per i diritti umani.

Costantino ha detto...

Concordo:ascoltare le ragioni degli altri è il sale della convivenza civile.

Luigina ha detto...

@ Albert e Abramo Lincoln dove lo metti? « Non siamo nemici ma amici, non dobbiamo essere nemici. »
(Discorso pronunciato nel marzo del 1861, quando Lincoln annunciò al popolo statunitense la secessione di sette stati dall'Unione. Altri quattro avrebbero seguito il loro esempio entro breve tempo.)

@ Costantino benvenuto dici proprio una cosa sacrosanta

Renata ha detto...

HAI FATTO UN REGALO A TUTTI NOI, RIPORTANDO LE SAGGE PAROLE DI GRAMELLINI.
Ci arricchirebbe molto, ascoltarci l'un l'altro. Speriamo che ciò diventi frequente più di quanto lo sia attualmente.
A te un grazie grande.

Luigina ha detto...

@Renata colgo nelle tue parole un sottile rimprovero, ma credimi in questo periodo ho delle priorità irrinunciabili e non sempre riesco ad ascoltare la ragione e a soddisfare le esigenze di tutte le persone care. Abbi pazienza che troverò un posticino anche per te non solo nei miei pensieri