venerdì 14 gennaio 2011

IO NON CI STO


Avrei voluto accogliere l'invito lanciato dall'amica Renata dal suo blog e da ben 2 giornali nazionali oltre che da quello locale. Avevo già preparato da tempo la mia bandiera da esporre orgogliosamente sul mio balcone e gridare così il mio W L'ITALIA. Tuttavia, dopo aver letto le ultime infelici esternazioni sulla Fiat e sul nostro paese e l'ultima trovata di chi si è appropriato un'altra volta del nome del nostro paese per scopi elettorali, mi è venuto qualche legittimo dubbio e vorrei dire a questo signore (???)

GIÙ LE MANI DALL'ITALIA, DAL SUO NOME E DAI SUOI SIMBOLI,

perché non voglio vergognarmi di essere Italiana, né essere identificata come simpatizzante del suo nuovo partito.
Mi meraviglio che ancora nessun politico, né associazione, né magistrato sia ancora insorto contro quella che io definirei APPROPRIAZIONE INDEBITA.
Già questo individuo nel 1994 mi ha tolto la gioia di tifare per la Nazionale italiana e prima ancora per la mia squadra del cuore, di cui si è impadronit
o, perciò dico forte che

IO NON CI STO

perché voglio poter dire con la mia bandiera che sventola dal mio balcone
W L'ITALIA DI TUTTI COLORO CHE VIVONO IN QUESTO PAESE
e non solo di chi voterà ancora per il capo di questo partito che la umilia e la offende ogni giorno, altrimenti proporrò anch'io un referendum per cambiare nome ...all'ITALIA ;)

15 commenti:

Jasna ha detto...

non ho capito bene... non vorrà chiamare il suo prossimo partito italia e come simbolo usare la bandiera italiana?

il monticiano ha detto...

Luigina sei grande!
Io neppure ci sto ed ho cominciato a non starci dal 1994.
Un abbraccio grande almeno quanto Brescia.

Luigina ha detto...

@Sì hai capito bene Jasna: della bandiera veramente si era già appropriato con FI, ma anche il nome mi sembra troppo. Spero che ci ripensi altrimenti si tira la zappa sui piedi. Per ora sembrano solo indiscrezioni, ma se leggi l'articolo del Corriere che ho linkato il simbolo c'è già.
@ Aldo grazie per la solidarietà. Ricambio l'abbraccio grande come Roma che è pure de PIù;)

riri ha detto...

Cara Luigina io sono disgustata quanto te e quella parte di ITALIANI VERI, quelli che sentono ancora il valore di questo nome che ci appartiene, che impropriamente usano per i loro scopi elettorali biechi, allora grido con forza e concordo con te:IO NON CI STO!!!!!
Un grande abbraccio a voi tutti, ai nostri amici comuni che amano l'essenza del nome ITALIA.

Renata ha detto...

Parlando di Unità d'Italia io parlo di unità tra gli italiani, da nord a sud, orgogliosamente.

Le indiscrezioni alle quali ti riferisci rientrano tra le assurdità.

E NON DOVREBBERO AVERE SEGUITO.

Aliza ha detto...

condivido TUTTO e con lo stesso impeto, inoltre vorrei che i leghisti non utilizzassero il Leone di San Marco per i loro proclami razzisti...ma così è.
Perchè la maggioranza degli Italiani non la pensa come noi...?? sono stanca di essere minoranza e la cosa che mi urta di più è vedere violate come se nulla fosse le leggi più elementari...e apparentemente nella totale indifferenza. Tutto è appiattito o banalizzato. Cara Luigina, se possibile, buon fine settimana!!

Luigina ha detto...

@Riri non avevo dubbi che avresti condiviso l'indignazione, l'amarezza e la ribellione verso questo stato di cose soprattutto nella tua città adottiva che in questo momento avrebbe davvero bisogno che fossimo tutti uniti a sostenere il nostro paese anziché non solo a parole

@Muccina non vorrei essere stata fraintesa: il mio post non è in polemica col tuo, anzi è una riflessione scaturita dal tuo sul significato che qualcuno dà a questa Italia e alla sua bandiera per il proprio tornaconto senza memoria storica. Quelle da me riportate purtroppo non sono solo indiscrezioni o invenzioni giornalistiche e anche se non dovrebbero aver seguito come tu dici, vengono strumentalizzate per tornaconti personali.
@Aliza grazie per la condivisione e approvo la tua indignazione per l'utilizzo improprio del simbolo della tua splendida città.Non credo che siamo però una minoranza solo che spesso molti per paura o per convenienza e quieto vivere hanno perso la voglia di combattere per un ideale e per i valori in cui siamo cresciuti e abbiamo creduto. Spetta anche a noi risvegliarli dal torpore in cui qualcuno ha interesse a tenerli.

Alessandra ha detto...

lascio qui un bacio e un sorriso per averti conosciuta.

Ale

Luigina ha detto...

@ Alessandra sei la benvenuta. Io son venuta a trovarti ieri sera nel tuo blog e ho sfogliato l'album delle tue bellissime fotografie

Gregorio ha detto...

Buona Italia, buona Bandiera, Buon Anno a tutti

amalia ha detto...

Non ci sto neppure io!!!!

Luigina ha detto...

@Buon tutto anche a te Greg. Vedo che ora hai un blog molto affollato al posto del tuo sito ;)

@Amalia non avevo dubbi sulla tua condivisione :)))

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Io sono orgoglioso di essere italiano e non voglio che il nome della notra nazione,possa essere associato ad un partito,nel quale militano persone che calpestano ogni giorno la nostra Costituzione.Complimenti per il blog ed i temi trattati;mi aggiungo volentieri tra i tuoi lettori.Saluti a presto

Kaishe ha detto...

capito qui per caso.
e non posso non sottoscrivere questo post.
ASSOLUTAMENTE!!!
Ho proprio sofferto a non potere (volere!) dire più, da troppi anni, forza al mio Paese.
Ha dichiarato la sua propensione a manipolare fin da subito, il losco figuro, ma, nonostante le profezie di montanelli, non siamo ancora sufficientemente "vaccinati".
Speriamo che non si vada oltre.
Che si recuperi l'orgoglio di ciò che è di tutti e la dignità di ciascuno semza dover arrivare ad eccessi che potrebbero diventare pericolosi per il vivere civile.

Luigina ha detto...

@ Quello che scrivi Cavaliere è chiarissimo. Ricambio i complimenti e GRAZIE

@ Kaishe grazie per la condivisione e il tuo bel contributo a sostenere il nome di questo nostro paese con questo commento e nel tuo bel blog dove son venuta a curiosare e mi riprometto di continuare a seguire