domenica 21 agosto 2011

Un sorriso prezioso

Come ogni giorno della settimana, Lui, un aitante giovanotto di colore, è sempre lì, vicino all'ingresso del cimitero, dove è sepolta una persona cara, ma al suo interno, non guarda chi entra. Tuttavia, appena ne varco il cancello e gli passo accanto, mi saluta con un sorriso smagliante, come se mi conoscesse da sempre. Non mi tende la mano, non mi chiede nulla. Quel suo sorriso e il suo ciao mi sembrano spontanei e sinceri e mi fanno dimenticare l'afa insopportabile già di primo mattino. Così, quando arrivo alla tomba e  di nuovo la trovo sorprendentemente  rigogliosa, dopo una settimana di arsura, mi giro di scatto verso di lui che sembra avermi accompagnato con lo sguardo e vedo  che sorride e saluta altre persone tenendo d'occhio dove si dirigono.

Sì, non ne sono sicura, ma mi piace credere che sia proprio lui l'ignoto "giardiniere" che si prende cura  in nostra assenza della piccola aiuola della tomba di famiglia, inventandosi un lavoro per non essere costretto ad elemosinare e lasciando all'intuizione e alla generosità dei visitatori beneficiati attribuirgli la dignità che merita. Così all'uscita gli allungo un piccolo compenso, senza aggiungere altro, ma sento nel suo GRAZIE e leggo nel suo sguardo pieno di riconoscenza anche un lampo di complicità, che mi fa stare bene e mi viene spontaneo ringraziarlo anch'io per questo scambio di "doni" che ha reso un'afosa domenica d'agosto più lieta e più ricca anche per me.

16 commenti:

Jasna ha detto...

Anche da noi c'è un ragazzo pakistano davanti all'uscita del cimitero dove sono sepolti i genitori di Ale. molte volte tiene in mano dei piccoli mazzetti di fiori, con la speranza che qualcuno glieli compri. con dignità è li, che aspetta che siano i visitatori a chiederglieli. La cosa più bella...? il fatto che non neghi mai un sorriso a nessuno, Ezio e Zoe lo salutano sempre, con l'allegria e la spontaneità della loro età... vengono sempre ripagati con un bel ciao e un sorriso. questo è il nostro giardiniere... ( mi è piaciuta la tua definizione) Baci

Luigina ha detto...

@Jasna oggi ho la connessione Tiscali ballerina. Grazie per la condivisione.Di certo i nostri giardinieri sono due tipi in gamba che hanno imparato a sopravvivere in in questo mondo dove lo sport preferito sembra essere sbranarsi a vicenda e meritano la nostra stima e sono di esempio a tanti che aspettano la manna dal cielo Ho visto il nuovo look del tuo Blog e ti scriverò il mio parere via mail appena la linea farà giudizio

Jasna ha detto...

Va bene... avevo voglia di colori caldi, e avvolgenti come il rosa e il fucsia. mi concedo qualche giorno in montagna con i bimbi... fa troppo caldo! Un abbraccio J

Adriano Smaldone ha detto...

ritorno dopo un sacco di tempo sul tuo blog devo. devo cercare di mantenere costanti le mie visite

Aliza ha detto...

bellissimo il tuo post, cara Luigina,
davvero viviamo tempi "strani" è necessario inventarsi un lavoro...
ma nello stesso tempo penso che nel momento del bisogno l'Uomo può tirare fuori il meglio di se. Baci

Luigina ha detto...

@ Jasna fai bene: a presto!
@ Grazie Adriano del tuo passaggio: anch'io ho trascurato un po' il tuo, ma leggo che sei sempre molto attivo e questo mi fa piacere e ti fa onore
@Aliza anche i nostri padri e nonni lo fecero in paesi stranieri,ma anche qui in Italia e contribuirono alla sua rinascita dopo i 2 conflitti mondiali, ma qualcuno vuole cancellare queste pagine della nostra storia e lo ha dimenticato.Ti abbraccio

il monticiano ha detto...

Mi sono commosso leggendo questo tuo post e non so spiegarne con precisione un qualsiasi perché dato che non è uno soltanto.
Quello che so è che ci sono ancora persone sensibili e di grande unanità come te.

Luigina ha detto...

@ Veramente quanto a sensibilità e umanità anche tu non scherzi Aldo! Grazie comunque per i complimenti, ma sappi che accetto anche le critiche ;)

riri ha detto...

Ci sono persone con una grande dignità che danno ed è spontaneo ricambiare..ne hai incontrata una speciale, un sorriso che rende migliore una giornata è una cosa magnifica...Un abbraccio.
ps. siamo ritornati.

Luigina ha detto...

@Bentornata Rirì anche sul blog. Ho letto che hai conosciute anche tu delle persone interessanti nella tua bella vacanza al mare

riri ha detto...

Ciao Luigina, sono un pò presa, con casa, valigie da sistemare, stirare(maròò quando odio stirare), ed altro..che poi ti dirò a 4 occhi
:-) Baci e buon fine mese, un caro saluto al prof.

Luigina ha detto...

@ Lo immagino Rirì! Ti ho messo su skype i link della nostra ultima domenica in bici all'Isola che c'è... sul lago d'Iseo. A presto

riri ha detto...

Ciao Luigina, ho visto il giro sul lago d'Iseo:-) sei fantastica, con quel sorriso di libertà..è bello andare in giro-bici con questi panorami.
Buon fine settimana.

Kaishe ha detto...

Luigina... nonostante la mia lunga assenza, tu mi hai accolta con l'immancabile sorriso e con la sensibilità che ti identifica.
Grazie!!!
sono proprio i gesti apparentemente più semplici a dare senso alla vita E DI CIò SONO CONSAPEVOLE.
Un abbraccio e buon fine settimana!

Luigina ha detto...

@ Rirì, Gabriele ha appena caricato il 3°video su youtube con l'unica cosa negativa di questo bel giro in bici con il post sull' L'ecomostro di Montisola nel suo blog Giro in bici che io non ho fotografato per non sciupare il mio album, linkato nella barra laterale sinistra del mio blog, insieme ai miei video e album preferiti per chi lo volesse vedere.

@ Licia bentornata anche nel mio blog. Quanto a sensibilità e capacità di cogliere nei gesti più semplici il senso della vita ho molto da imparare anche da te L'importante è saperli riconoscere e donare agli altri. Ricambio l'abbraccio e ti auguro una bella domenica

Renata ha detto...

Grazie Luigina ! Un bel racconto, una dolce sensazione, un senso di gratitudine verso quel "darsi una mano" che consola il cuore.
Ciao Luigina na caretada de basì.