lunedì 27 febbraio 2012

Credere nei sogni è il primo passo per realizzarli

Chi mi segue dal mio esordio nel mondo dei blogger forse si ricorderà di Fabio, di cui ho parlato in uno dei miei primi post dal titolo Una persona straordinaria  Allora aveva iniziato a scrivere il suo primo romanzo, ma molti eventi dolorosi, fra cui la perdita del suo babbo, sembravano avergli fatto accantonare il suo sogno. Pur non frequentando più molto il forum dove l'ho conosciuto, non ci siamo mai persi di vista e ogni tanto lo provocavo chiedendogli quando avrei potuto comperare il suo primo libro e dire a tutti che io avevo avuto il privilegio di conoscerlo prima che diventasse uno scrittore di successo. 
E' stato perciò una piacevole sorpresa quando mi ha mandato da "correggere" il romanzo finito e pronto da dare alle stampe, raccomandandomi di essere severissima. 
Era il periodo molto triste in cui stavo assistendo la mia mamma e leggerlo mi è servito per distogliere la mia mente dai pensieri tristi che mi assalivano, perché è riuscito a trasmettermi le emozioni, le sensazioni e i sentimenti che ha vissuto e ha provato lui nel momento stesso in cui li rievocava scrivendo.


"La cicala"  è il titolo di questo suo romanzo d'esordio: una storia, vagamente autobiografica, lunga quindici anni, fra speranza e amore, sofferenze e soddisfazioni, anni di continue lotte contro il destino. Una grave malattia, che poco alla volta ti toglie la possibilità di fare molte cose, diventa l’occasione per godere appieno di tutto quello che l’esistenza può ancora offrire. Se lo assecondi, il destino si piegherà alla tua volontà e le cose torneranno ad essere più semplici. 
La copertina del libro di Fabio

La storia prende spunto dalla malattia genetica con cui Fabio combatte da quasi vent’anni. Diplomato al Liceo Classico Raffaello di Urbino, laureato in giurisprudenza, appassionato di letteratura fin dall’infanzia, nel 1993 scopre di essere afflitto da ALD, la malattia genetica trattata nel film L’olio di Lorenzo. Un percorso che lo porta fino alla sedia a rotelle, senza impedirgli di costruirsi una vita “normale”. 


Se volete sapere qualcosa di più di lui potete cliccare QUI e curiosare nel suo nuovo sito.
Sono veramente commossa per aver avuto l'onore e il privilegio di veder nascere questo suo sogno e di vederlo realizzarsi. 
In questi momenti di crisi di valori per i nostri giovani Fabio dà a tutti una bella lezione di vita e una carica di speranza anche a chi la speranza crede di averla persa. 


P.S. Nella barra laterale del blog cliccando sull'icona della copertina troverete il sito dove potrete acquistare questo libro online, ma che presto troverete anche nelle migliori librerie.
Troverete finalmente anche l'ebook del nuovo libro di storia della fotografia di Gabriele Chiesa e Paolo Gosio, anche questo realizzazione di un sogno iniziato qualche anno fa.


DA OGGI 6 MARZO 2012 è in vendita online su youcanprint. it anche la versione cartacea del nuovo libro di  storia della fotografia di Gabriele Chiesa e Paolo Gosio 

14 commenti:

riri ha detto...

Sono contenta che il sogno di Fabio si sia realizzato, è bello credere, ma soprattutto leggere quello che hai scritto, mi dà un segno di quanto possa essere bella questa persona, che insegna tanto..ce ne fossero di più di giovani così. Un abbraccio alla cara amica Luigina ed un sorriso di ammirazione sincera per il tuo amico.:-)

Jasna ha detto...

Che bello! sicuramente lo leggerò.anche se non conosco fabio lo considero un amico visto che da quel tuo post :UNA PERSONA STRAORDINARIA è scaturita l'idea di un mio post e di inserire nel mio libricino anche lui ... quindi sono doppiamente felice di sapere che ha realizzato un suo sogno.

Luigina ha detto...

@ Rirì credo che Fabio leggerà i tuoi complimenti e ne sarà lusingato. Ora ha già ricominciato a scrivere un'altra storia: una specie di fantasy.

@ Jasna son contenta che ti sei ricordata di Fabio. Credo che anche lui si ricordi di te, anche se lo spunto per il tuo post lo aveva dato un commento che aveva fatto al post dedicato a Fabio Gico66, un altro amico del forum di finanza,che non sento più da tempo.
A tutti quelli che passeranno di qua: se leggerete il libro di Fabio e vi piacerà, chiedo se potete di fare il passaparola attraverso il vostro blog e/o le vostre conoscenze. Grazie

Jasna ha detto...

Già fatto... è tra i libri degli amici blogger... un bacio J.

Luigina ha detto...

Grazie anche a nome di Fabio. Da quando Blogger ha cambiato la grafica dei commenti non mi arrivano + al mio indirizzo le notifiche e-mail dei commenti di questo post, nonostante le impostazioni del profilo e delle opzioni siano rimaste invariate

Luigina ha detto...

Succede anche a te?

Jasna ha detto...

no

Luigina ha detto...

Mi piacerebbe proprio sapere cosa sta combinando Google con blogspot

riri ha detto...

Cara Luigina, volevo dirti che a me non succede..poi, come sai non me ne intendo, quindi no saprei spiegarti il perchè lo fa con alcuni si ed altri no..Un bacio e buona giornata.

Kaishe ha detto...

Luigina cara... passo poco ma certo non ti ho dimenticata.
Come stai?
Spero di trovarti serena, ma credo che tu lo sia proprio di carattere.
Un abbraccio e l'augurio di una serena note a te.

Luigina ha detto...

@Rirì ho trovato il trucco perché mi arrivi la notifica e-mail dei commenti ai miei post, ma non più quella dei commenti sui post di altri blogger a meno ché non abbiano come alcuni la scritta sotto il commento "iscriviti per email" come Lara
@Kaishe cara,non ho mai dubitato che tu mi abbia dimenticata. Purtroppo e per fortuna la vita continua e ti aiuta a metabolizzare il dolore, anche se la ferita è ancora troppo fresca e la cicatrice me la ricorderà per sempre.Spero solo che la salute fisica continui a sorreggermi e mi ridia tutta la serenità necessaria per affrontare le difficoltà che mi attendono

riri ha detto...

Un abbraccio a te ed un caro saluto al prof.

riri ha detto...

Auguri per una Donna bella, è che sia otto marzo tutto l'anno..Personalmente non amo le "feste comandate", ma il ricordo di grandi donne e l'arrivo della mimosa fanno di questo giorno un momento al femminile. Baci

il monticiano ha detto...

Deve essere senz'altro un bel libro
perché scritto da una persona come Fabio e perché tratta anche di un argomento quale quello di cui si parla abbondantamente nel film "L'olio di Lorenzo" che ho visto due o tre volte.
Grazie tante a te Luigina e un caro saluto a te e a Gabriele.
aldo.