giovedì 26 gennaio 2012

Un inchino all'Isola del Giglio com'era

Sono le fotografie scattate durante un bellissima vacanza nel luglio 1993 in questa perla del Mar Tirreno, con la speranza che la sconsideratezza degli uomini  non abbia rovinato per sempre le sue coste, le sue acque  e  la vita dei suoi abitanti, con il pretesto di un pericoloso "inchino"  che ha provocato la morte di troppe persone, mettendo in pericolo la vita di numerose altre. 
Per sfogliare l'album cliccare sul link sotto la fotografia 
Isola del Giglio 1993 


10 commenti:

amalia ha detto...

Speriamo proprio di no, ci auguriamo di rivedere il Giglio in tutto il suo splendore.
P.s Gianni e Carlo hanno ammirato molto le foto di Gabriele

Anna ha detto...

L'arcipelago toscano con le sue coste frastagliate e le sue acque cristalline è un patrimonio da tutelare, un posto da vedere almeno una volta nella vita, un piccolo miracolo che da toscana adottata ho ammirato spesso... e posso solo sperare come te che questo triste evento non lasci strascichi ambientali.

Complimenti per le belle foto, in modo particolare i controluce, i tramonti sui faraglioni, le foto subacquee e quella, bellissima del pescatore.

Ma sei tu quella bella signora in costume?

Sto latitando parecchio, hai intuito il motivo, ma il tuo è sempre uno dei blog dove mi affaccio volentier :)

Buona serata

Anna

Anna ha detto...

ehm... volentieri :)))

Luigina ha detto...

@Amalia come per il disastro alle Cinqueterre, ogni volta che viene ferita una località cui sono legati i momenti felici della mia vita è come se venisse inferta una ferita al mio corpo e alla mia mente. Per fortuna abbiamo avuto l'accortezza di immortalarne le bellezze e gli angoli più suggestivi. Gabriele ringrazia per i complimenti, anche se qualche scatto è mio e di mio figlio che ha girato anche qualche video. Le foto originali erano diapositive che io ho scannerizzato e presto inserirò anche le didascalie più precise di ognuna, archiviate allora con un programma ad hoc.

@ Anna che bello rileggerti qui.L'arcipelago toscano è davvero una meraviglia, come tante altre località di questo nostro Bel Paese che non tutti sanno rispettare. Forse è colpa del consumismo sfrenato dominante fino a poco tempo fa per cui tutti si sentono in diritto di usufruire, ma pochi in dovere di rispettare. So che anche tu stai attraversando un periodo non facile. Anch'io nei blog amici latito parecchio, a causa del rapido aggravarsi della salute della mia mamma che, finché ce la faccio, cerco di assistere meglio che posso, anche se diventa ogni giorno più difficile, per cui il mio tempo libero è molto limitato Sì quella signora ERO io 19 anni fa e quel bel ragazzo il mio capolavoro ora felice papà di 2 splendidi bambini. Grazie anche per i tuoi passaggi nei post precedenti. Ti abbraccio forte

riri ha detto...

Mi auguro che si possa recuperare i carburanti ed affini, perchè il mare non sia di nuovo offeso.
Un bacio ed un grande abbraccio Luigina..tvb.
un saluto al prof.

Kaishe ha detto...

Buongiorno luigina cara.
In risposta al commento sulla moderazione attiva nel mio blog, ti copio-incollo quello che ti dico anche di là:
Luigina cara... la moderazione è attiva sui post pubblicati da oltre una settimana.
E' attiva da sempre in quanto così non mi sfuggono i commenti a post precedenti che, se non fossero moderati, di sicuro non mi accorgerei del loro inserimento.

Insomma, non censura ma garanzia che non mi perdo nell'etere le vostre parole che mi fanno sempre un grande piacere...

E ora mi vado a guardare l'albun delle tue ferie all'isola del Giglio, non senza averti augurato una bellissima domenica.

Jasna ha detto...

eccoci qui a commentare un post che mai avrei voluto commentare se non per le vostre splendide foto. sono cresciuta all'entrata del porto di Venezia ... di queste mastodontiche navi ve ho viste di ogni... con ammirazione e sana invidia le guardavo facendomi una marea di domande... ma mai, ripeto mai, ho pensato che navi di questo tipo potessero avere incidenti... e soprattutto incidenti di questo tipo. Mio zio che ha un chiosco in spiaggia proprio all'uscita del porto ... ci ha pure fatto il business appendendo orari e caratteristiche delle navi in passaggio attirando così clientela curiosa. Spero con tutto il cuore che si risolva al più presto questo grande casino e che gli abitanti del giglio possano tornare al più presto alla loro vita prima di tutto questo disastro.

Arianna ha detto...

TI AVREI ASSEGNATO VIRTUALMENTE UN MODESTO RICONOSCIMENTO NEL MIO BLOG.
UN ABBRACCIO.

modna50 ha detto...

Concordo con te...una perla del nostro mar tirreno! e spero che tutto si risolva al meglio. buona giornata

Luigina ha detto...

@Rirì e Jasna e Modna ce lo auguriamo tutti, anche se mi sembra che le cose vadano troppo per le lunghe.
@ Ti ringrazio Arianna e ti abbraccio