giovedì 13 agosto 2009

Pensieri ...in bicicletta


Una bella bici che va
silenziosa velocità
sopra le distanze, le lontananze starà

una bella bici che va
silenziosa velocità
rotolava biglie e il
Giro d'Italia farà

una bici non si ama,
si lubrifica, si modifica
una bici si declama
come una poesia per volare via

una bella bici che va
roteante fluidità
bici futurista, bici d'artista sarà

una bella bici che va
roteante fluidità
sagoma dinamica e geometrica avrà

una bici vuole fama
e chilometri, e chilometri
una bici è una dama
falla vincere, falla ridere

una bella bici che va
pedalante mobilità
nel suo portapacchi
quel che ci ficchi ci sta

una bella bici che va
pedalante mobilità
anima testarda di una coccarda vivrà

una bici la si ama
come l'ultima delle fantasie
c'è uno scatto che ti chiama
come il fischio che hanno le frenesie
Clicca sul titolo per sentire la bella canzone di Paolo Conte, sigla del Giro d'Italia 2007

La vita è come una bicicletta con dieci velocità. La maggior parte di noi ha marce che non userà mai (Charles Schulz)

La vita è come andare in bicicletta: se vuoi stare in equilibrio devi muoverti. (Albert Einstein)

Ti fa stare bene, ti dà la possibilità di sentire, di parlare, di vedere il mondo da un'altra angolazione. La bicicletta ti fa tornare indietro nel tempo. Ti fa tornare ragazzo. (Davide Cassani

16 commenti:

Jasna ha detto...

aggiungerei è fatica è sudore come ogni conquista guadagnata... un abbraccio.

Luigina ha detto...

@ E' vero, proprio per questo è bella. Ieri sono andata fare una gita di 44 km A/R fino a Pontenove di Bedizzole vicino al lago di Garda, con amici. Credevo di non farcela, perché non sono più tanto allenata e a metà strada volevo tornare indietro, ma non volevo rovinare la gita agli altri e ho spinto sui pedali. Poi una provvidenziale fontanella di acqua freschissima sul percorso, mi ha ritemprata e cancellato sudore e fatica. Le cose belle che ho visto e lo spettacolo del tramonto al ritorno hanno fatto il resto. Spero di farne presto una con te

Aliza ha detto...

condivido tutto, questa settimana dalla bicicletta sono caduta prima io e poi mio padre...ma pedaliamo per restare "in equilibrio".
Per fortuna cadute spettacolari, ma senza conseguenze, solo una sbucciatura qua e là...
buon ferragosto baci A

Luigina ha detto...

@ Anch'io Aliza caduta spettacolare, ma solo sbucciature, per fortuna. Ma anche questi imprevisti sono come quelli della vita. L'importante è riuscire a rialzarsi e a tornare in sella. Buon Ferragosto anche a te e al tuo babbo. Il babbo di Gabriele è andato in bicicletta fino a 92 anni: le 2 ruote erano le sue seconde gambe diceva. Quando non è più stato in grado di salirci a causa della malattia ha capito che per lui era finita :(

il monticiano ha detto...

Per ringraziarti del tuo generoso e gradito commento al mio post sono passato in questo tuo interessante blog per chiederti il permesso di poterti includere nel mio Elenco dei blog personali e in quello dei blogger amici. Come forse avrai notato ne abbiamo non pochi in comune.
Naturalente potrai, se lo vorrai, farlo anche te.
Ciao,
aldo il monticiano.

Luigina ha detto...

@ Aldo, sono io che devo ringraziare te e gli amici comuni attraverso i quali ti ho conosciuto. Anche il tuo blog è molto interessante e lo metterò subito fra i miei preferiti. Non c'è bisogno di permessi perché tu faccia altrettanto, anzi sarà per me un onore. A presto

Jasna ha detto...

Ma che sportiva... ! la bici nuova?

Luigina ha detto...

@ Sì Jasna la gita con la bici nuova e anche la caduta, ma non si è fatta niente di grave.solo stortato il manubrio e il cambio, ma Gabriele ha raddrizzato subito tutto. Però questo mi ha impedito di proseguire per una settimana gli allenamenti per il Cammino di S. Giulia BS-LI, che Gabriele farà dal 24 con un amico e io seguirò da... casa perché sarei solo d'impiccio. non ti nascondo che mi secca un po' perché era un progetto che avevamo ideato insieme, ma bisogna accettare anche i propri limiti, ma mi rifarò.

Renata ha detto...

Brava Luigina !

Nicolanondoc ha detto...

Cara Luigina è proprio un bel pensare..pedalando:-)
Ti abbraccio ed a presto.

Luigina ha detto...

Bentornato Nicola, si sono appena tornata da un giro in bici, ma oggi fa troppo caldo e mi si è cotto il cervello tanto che non riuscivo neanche a pensare e ho sbagliato strada ;)))

riri ha detto...

Ciao:-))Da fonti sicure so dove sei in questo momento, ma per rispetto della privacy non lo dico..però....quasi quasi..Bacio

Adriano Smaldone ha detto...

ciao sono Adriano Smaldone proprietario del blog www.smaldoneadriano.blogspot.com . se vuoi io e te possiamo stringere un amicizia virtuale cosi entrambi ci possiamo inserire nei blog amici (io cosi l'ho chiamato) e posso venirti a farti visita ogni volta che tu fai un post nuovo sul blog (tranne inconvenienti di qualunque tipo) se allacciamo questa amicizia tra blog te ne sarei veramente grato non te ne pentirai. ciao ciao a presto. Adriano Smaldone

Luigina ha detto...

@ Ciao Rirì BENTORNATAAAA! Anch'io so cosa stavi facendo poco prima di scrivere questo commento ;)))Birichina!Qui faceva un caldo atroce e in piscina si stava un po' meglio: mi sono rinfrescata un po', ho rinnovato la mia tintarella che si stava scolorendo e ho fatto una bella nuotatina e una bella chiacchierata con una simpatica vicina di casa. Mi sono proprio rilassata. Mi dispiace solo di non averti sentito, ma ci rifaremo presto. Un bacione e una buona notte.
@Adriano sono venuta a trovarti nel tuo blog. Qui da me sarai sempre ben accetto, ma mi permetto di darti un consiglio. Se anziché chiedere amicizia o scambio link tu scrivessi nei blog altrui commenti pertinenti l'argomento del post ti creeresti molti più amici di quelli che vai cercando scrivendo la stessa frase di richiesta amicizia e scambio link.

JANAS ha detto...

ho giusto sognato di salire su una vecchia e classica bicicletta ...e mi stavo chiedendo il senso di questo sogno...beh a leggere le tue citazioni ne ho individuato parecchi! un abbracccio

Luigina ha detto...

Janas la bicicletta è un mezzo molto legato all’indipendenza, all’ autonomia e alla responsabilità individuale. Simbolicamente rappresenta il procedere nel cammino della vita e nel processo di individuazione, contando sulle proprie forze e possibilità, prendendo decisioni in autonomia, non facendosi troppo condizionare da ciò che pensa o fa, chi ci sta intorno. Buona notte Janas :)