venerdì 6 maggio 2011

Cittadino imbavagliato, referendum censurato

Ho ricevuto dalle 2 amiche blogger Janas e Jasna questa e-mail  che avevo già letto su un giornale locale .. non allineato. 


Data 5 maggio 2011 09:23
Ciao a tutti,  
confermo la necessità di questo passaparola, aggiungendo che si tratta di informazione per ri-affermare i diritti costituzionalmente garantiti . Il dramma è che sembra la maggior parte della popolazione non sia consapevole di quanto sta avvenendo.
Quello che vi riporto è solo un piccolo esempio.
Sono una ricercatrice, mi occupo di diritto ambientale e di risorse idriche. Ieri mattina dovevo intervenire ad un programma radio della RAI (programmato ormai da due settimane) per parlare del referendum sulla privatizzazione dell'acqua e chiarirne meglio le implicazioni giuridiche. 
E' arrivata una circolare interna RAI alle 8 di ieri mattina che ha vietato con effetti immediati a qualunque programma della RAI di toccare l'argomento fino a giugno (12-13 giugno quando si terrà il referendum), quindi il programma è saltato e il mio intervento pure.
Questo è un piccolo esempio delle modalità con cui "il servizio pubblico" viene messo a tacere e di come si boicotti pesantemente la possibilità dei cittadini di essere informati e di intervenire (secondo gli strumenti garantiti dalla Costituzione) nella gestione della res publica. Di fronte a questa ennesima manifestazione di un potere esecutivo assoluto che calpesta non solo quotidianamente le altre istituzioni, ma anche il popolo italiano di cui invece si fregia di esser voce ed espressione, occorre  riappropriarci della nostra voce prima di perderla definitivamente. 
  
clicca sul nome per saperne di più su questa persona e  sui referendum


Quello che vi avevo anticipato in QUESTO POST  si sta purtroppo realizzando. Prima del Concertone del 1° maggio gli artisti han dovuto firmare un contratto in cui, tra le clausole, esisteva l'obbligo di non parlare dei referendum e di nucleare in particolare oltre che di elezioni. Ora l'istituzione dell'Autorità per l'acqua, contenuta nel dl sviluppo, è l'ultima mossa per  scipparci anche i 2 referendum sull'acqua


RIPETO L'APPELLO GIA' LANCIATO



RICORDATEVI CHE DOVETE PUBBLICIZZARLO VOI IL REFERENDUM... perché il Governo non farà passare gli spot né in Rai né in Mediaset.
Sapete perché ? Perché nel caso in cui riuscissimo a raggiungere il quorum lo scenario sarebbe drammatico per i governanti ma stupendo per tutti i cittadini italiani.
Vi ricordo che il referendum passa se viene raggiunto il quorum. E' necessario che vadano a votare almeno 25 milioni di persone.
Il referendum sull'abrogazione della privatizzazione dell'acqua;

sull'abrogazione del legittimo impedimento (che farà andare via dal parlamento tutti i politici corrotti e indagati);
e forse (se la consulta darà il benestare dopo l'intrusione del premier) sull'abrogazione delle centrali nucleari
NON SARA' PUBBLICIZZATO IN TV
I cittadini non sapranno che ci sarà un referendum da votare il 12 giugno.     
QUINDI : i cittadini non andranno a votare il referendum.

Vuoi che le cose non vadano a finire cosi ? Copia-incolla e pubblicizza il referendum a parenti, amici, conoscenti e non conoscenti.

Passaparola!

  L'Italia che resiste su oknotizie

4 commenti:

il monticiano ha detto...

Tranquilla Luigina perché non solo andrò a votare io e i miei ma ci porterò anche altri.
Ho ricevuto anch'io dalla gentile Jasna lo scritto di Mariachiara Alberton. Grazie di tutto.

amalia ha detto...

Luigina, come potrai vedere sul mio blog ho raccolto anche informazioni per far votare gli italiani che lavorano all'estero come il mio caverna( al quale ho inviato un appello).
purtroppo pero' mi pare che ci stiamo informando fra informati....

magocamillo ha detto...

Sei su OKNotizie e sul blog di magocamillo.
(Diffondo il verbo..).

Luigina ha detto...

@Aldo ci vorrebbe quello della filippica alla coda in posta per diffondere maggiormente l'appello ;) Lo so che tu hai mobilitato tutto il parentado, ma se metti qualcosa anche sul tuo blog molto frequentato il passaparola si allarga.
ò Brava Amalia ora vado a vedere anche il tuo blog: lo so che sei molto attiva. Io ho sparato anche molte mail a parenti e amici che non leggono il blog, né facebook, né i giornali. Meglio abbondare! Qualche disinformato l'ho beccato anche tra i vicini di casa ;)

@Magocamillo grazieeee Bravissimo! arrivo anche da te!